Il software.

arte

Il confine,

il segno tra il chiaro e lo scuro,

il filo di corrente che cinta le vacche al pascolo,

l’hardware,

finito il cibo si devono spostare in un’altra cinta e via così,

per le vacche…

 

Il serpente striscia tra i sassi arroventati,

sfrega su pagine scabrose,

pomice di sogni avvelenati,

tra i piedi calpestati dalla strada,

sotto le gonne contro mutande di sangue duro,

tra i denti masticati da insulto e minaccia,

sulle unghie della tigre sfoderati alle stelle,

stretto il passaggio la pelle scorre e abbandona,

fuori un nuovo giorno, le ali aperte all’orizzonte.

 

vacche

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...